Aprire vecchi file di Quark XPress

QXP10_ModernOptimizedScreen

Se non avete mai usato Quark XPress, o siete giovani (beati voi) o siete capitati qui per caso, e questo sito non fa per voi 😉

Il sottoscritto ci ha perso qualche diottria, complici monitor a tubo catodico e computer che paragonati a quelli in uso oggi farebbero impallidire chiunque. Ho un intero archivio di lavori prodotti con il glorioso XPress.
Poi, come molti, ho abbracciato il concorrente InDesign, lamentandomi i primi tempi (peccava di qualche effettivo bug di giovinezza, ma soprattutto di una struttura troppo orientata ai “creativi” e poco alle rigorose regole editoriali), essendone un convinto supporter poi (è bastata qualche versione per recuperare il gap iniziale).
Solo che “al tempo di XPress” il formato di stampa non era ancora il pdf. Spesso (la banda larga era ancora un sogno) ci si sobbarcavano viaggi verso la tipografia di turno, armati di syquest (poi vennero le più capienti cartucce zip e i cd/dvd), contenenti il prezioso file .qxd, corredato di tutte le immagini e le font necessarie.

Proprio oggi ho dovuto “ravanare” nel mio archivio, e recuperare un lavoro del lontano 2005. Nessun problema, archivio perfettamente in ordine, 2 minuti e cartella trovata.

Dramma!
File xpress, versione ignota.
Ok, calma.
Colleghiamoci a quark.com e scarichiamo una versione di prova!
Download completato, versione di prova installata, apri il file: “Questo file non può essere aperto con questa versione di QuarkXPress”

Veloce googolata e si scopre che i file “molto” vecchi (versioni fino alla 5) non possono essere aperti con la versione 10.5 di XPress.

Santa Quark ha però messo a disposizione un prodotto apposito, gratuito (basta una convalida via mail), il QuarkXPress Document Converter, in grado, appunto, di convertire i vecchi documenti in versioni leggibili sull’ultimo system. L’utile software è scaricabile a questa pagina dedicata.

Condividi su:
  • Print
  • Facebook
  • FriendFeed
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Google Buzz
  • del.icio.us

Author: stefano mondini

Share This Post On

Submit a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>